Analisi dei dati ecommerce: impostare una strategia per aumentare le vendite
Blog SellRapido

Analisi dei dati ecommerce: impostare una strategia per aumentare le vendite

  • Mondo Ecommerce
  • 12/02/2021
analizzare dati vendite ecommerce

Come aumentare le vendite del tuo store online? L’analisi dei dati del tuo sito ecommerce, ti consente di avere una panoramica completa delle vendite del tuo store. I dati riguardanti le vendite, se ben utilizzati, fanno la differenza in termini di fatturato. Sul web esistono numerosi tool che possono aiutarti ad implementare una strategia di vendita data driven: vediamo insieme quali sono i più importanti. 


Perché devo analizzare i dati del mio ecommerce? 

Anche se i numeri non sono mai stati il tuo forte, se vuoi aumentare i guadagni del tuo store online dovresti dedicare del tempo per studiare i dati del tuo ecommerce. Solo così potrai scovare eventuali miglioramenti e scoprire se c’è qualcosa che non va. Ad esempio, se troppe persone dopo aver aggiunto prodotti al carrello non arrivano al checkout, è utile controllare che non ci siano problemi nella procedura di pagamento e che il sito non risulti troppo lento. 

L’analisi dei dati è un’attività necessaria e, per trarne dei benefici, devi assicurarti di dedicarle una quantità di tempo utile. Nonostante le mille cose da fare, chi vende online in modo professionale deve assicurarsi di non tralasciare nessun aspetto. Molti venditori scelgono di farsi aiutare e collaborano con altri professionisti per essere affiancati nel loro lavoro. Tuttavia, le collaborazioni possono arrivare a costare molto, ed è sempre difficile fidarsi di chi non si conosce. Per fortuna la tecnologia ha elaborato soluzioni più economiche e performanti. 


SellRapido ha sviluppato una piattaforma di ecommerce automation che semplifica il lavoro del venditore e fa risparmiare tempo. Una sola interfaccia permette in pochi click di gestire il tuo ecommerce: dal caricamento del catalogo sul tuo sito e altri marketplace (Amazon, eBay, ePrice, etc.)  alla gestione dell’inventario e delle spedizioni, fino ad arrivare all’analisi dei report di vendita, permettendoti di lavorare in modo autonomo ma senza essere lasciato da solo. 

Per qualsiasi problema hai sempre a disposizione il supporto di tecnici e commerciali esperti, pronti a rispondere ai tuoi dubbi. 



KPI nell’analisi di dati ecommerce

KPI sta per Key Performance Indicator o “indicatore chiave di prestazione”, sono indicatori numerici volti a monitorare l’andamento di un processo, in questo caso l’andamento del tuo sito ecommerce. Si stabiliscono in base ad un obiettivo e devono essere misurabili, specifici e rilevanti. 

Per quanto si voglia condurre un'analisi precisa ed accurata, monitorare tutti i KPI del tuo sito ecommerce può risultare controproducente, bisogna concentrarsi su quello che può generare valore per la tua attività. 


Alcuni KPI che ti consigliamo di tenere sempre in considerazione sono: 


1 I costi di acquisizione: ovvero il costo di ciascun cliente in base al canale di acquisizione.

Nel caso del paid advertising devi valutare attentamente se puoi investire molto budget nella pubblicità: acquisire più clienti può risultare molto costoso e un ritorno troppo basso può determinare il fallimento della tua strategia di vendita. 
Punta a tenere sotto controllo i costi per ogni canale, in modo da generare profitti in un modo economicamente sostenibile ottimizzando le spese di marketing. 

Con SellRapido puoi pubblicare i tuoi prodotti direttamente sui comparatori di prezzo. I comparatori di prezzo sono un modo poco costoso per assicurarsi della pubblicità e generare traffico verso il tuo sito ecommerce, infatti la maggior parte delle volte riconoscono una commissione solo in caso di acquisto. La nostra piattaforma facilità la pubblicazione dei tuoi prodotti sui vari comparatori di prezzo (Google Shopping, Idealo, Tovaprezzi.it, Bestshopping.com etc,) e facilita la creazione di regole automatizzate per gestire in modo semplice le offerte su ogni comparatore. Potrai decidere, in base  alle strategie di marketing che intendi seguire, quali saranno i prodotti da inviare per ogni comparatore, le descrizioni e i titoli da inviare.



2 Tasso di conversione: indica la percentuale di visitatori del tuo sito ecommerce che effettuano un acquisto.  

Come ben saprai, "nessuna conversione" significa "zero fatturato".
Indicatori come il traffico utenti, i seguaci e le condivisioni sui social sono importanti ma da soli non dicono quanto bene, o male, stia andando la tua attività. Ti servirà monitorare sempre il tasso di conversione: sia perché ti dice quanti visitatori del tuo sito diventano clienti, sia perché così puoi assicurarti di non andare in perdita.

Tenendo sotto controllo il tasso di conversione anche in base a ciascun canale e campagna di acquisizione, potrai analizzare i dati in relazione alle vendite del tuo ecommerce. Considera inoltre che il tasso di conversione medio per gli ecommerce in Italia è 1,6%. 




Strumenti per l’analisi di dati ecommerce

Analizzare i dati del tuo sito ecommerce presuppone l’impiego e l’utilizzo di alcuni strumenti, alcuni dei quali gratuiti e forniti direttamente da Google.

Quelli che dovresti quantomeno conoscere e utilizzare sono: 

A Google Search Console: lo strumento per eccellenza nell'analizzare lo stato di salute del tuo sito ecommerce. Fornisce una panoramica sul posizionamento del sito ed eventuali errori.




B Google Analytics: famoso tool di raccolta e analisi dei dati di Google, organizzato in una dashboard semplice e intuitiva, che grazie a grafici e tabelle ti permette di avere una panoramica interessante su come vanno gli affari. 

Oltre ai dati più generici riguardanti gli aspetti demografici, la frequenza di rimbalzo e i dispositivi più utilizzati, tra le cose più importanti da monitorare c’è il funnel di acquisto. 

Il funnel di acquisto è il percorso che i tuoi clienti compiono prima di completare una transazione. Ti permetti di capire quale strategia di marketing genera più conversioni.




C Google Grow My Store: un'applicazione, gratuita come quelle viste fino ad ora, messa a disposizione da Google in risposta alla pandemia di Covid-19, quando molti venditori sono stati costretti a spostarsi dalla vendita offline a quella online: può essere utilizzata da tutti i proprietari di ecommerce.

Lo strumento avvia un’analisi lato utente del sito per analizzare pregi e criticità, fornisce consigli su come rendere le pagine di vendita più attrattive per i clienti ed elabora un report finale. In pratica, ti serve per testare l’esperienza di navigazione dei tuoi potenziali clienti.
Gli strumenti di Google Grow My Store sono molto utili. Pensaci bene, chi meglio di Google può fornirti informazioni utili ad implementare strategie per il tuo ecommerce?




C Reportistica multicanale di SellRapido:
la piattaforma multi canale di SellRapido riunisce i dati delle tue vendite mettendo insieme tutti i canali che utilizzi per vendere in un unico rapporto, in modo da monitorare facilmente le tue prestazioni nel tempo.

Fornisce vari tipi di report, tra cui report ordini nel tempo report ordini per marketplace report ordini per listino. 






Poniti delle domande per aumentare le vendite

Guardare i soli dati non porterà molto lontano: una volta studiati i numeri bisogna passare alla strategia da mettere in campo per aumentare le vendite.Per capire i punti di forza e di debolezza del tuo sito e commerce inizia a porti delle domande:

  • Gli annunci sono performanti? Se no perché?
  • Come posso ottenere più visitatori? 
  • Perché i clienti abbandonano il carrello?
  • Perché i miei profitti non aumentano?
  • Come posso fare in modo che chi acquista da me diventi un cliente fedele? 


Rispondere a domande del genere ti serve per interpretare i dati e compiere delle azioni non improvvisate, basate sull’evidenza dei fatti. 

In base a quanto emerge dalle tue considerazioni, puoi iniziare a darti da fare. Elabora subito dopo un piano di marcia con tutte le azioni da intraprendere per aumentare le vendite del tuo ecommerce. 




Conclusione

I proprietari di siti ecommerce dovrebbero monitorare costantemente i dati per assicurarsi che i loro sforzi imprenditoriali non risultino inutili. Anche se richiede del tempo, l’analisi dei dati è necessaria per monitorare l’andamento del fatturato. Gli strumenti online, spesso gratuiti e messi a disposizione da Google, insieme a un software gestionale ecommerce di SellRapido semplificano l’analisi e la gestione dei report del tuo ecommerce.




Vuoi espandere le tue vendite online vendendo facilmente su più marketplace e ecommerce?
Siamo a tua disposizione per una consulenza gratuita su come ottimizzare la sincronizzazione del tuo catalogo vendite e come trovare i fornitori più adatti alle tue necessità.

Prenota una consulenza gratuita


Vuoi caricare i tuoi prodotti e gestire subito i tuoi listini in modo semplice Amazon e siti ecommerce?

ATTIVA LA DEMO GRATUITA DI SELLRAPIDO

Potrai iniziare immediatamente a vendere sui marketplace in Italia e all'estero, senza limitazioni nel numero di prodotti o listini gestibili, sincronizzando anche il tuo sito ecommerce. Tutto da una sola interfaccia.



Articoli correlati

  • Richiedi la tua prova gratuita

  • Ricevi una consulenza personalizzata

  • Inizia subito a usare SellRapido